Ordine: Psittaciformes

Famiglia: Psittacidae

Genere: Agapornis

Specie Agapornis personatus

Allegato C.I.T.E.S: B

L’Agapornis personata è il più diffuso tra i pappagalli di questo genere in cattività insieme ai roseicollis e al fisheri. Questo piccolo pappagallino originario dell’Africa orientale, in un areale che comprende anche la Tanzania fino talvolta anche al Kenya è caratterizzato da un piumaggio molto colorato con testa nera, petto e collo gialli, ali verdi ma tendenti al nero sulle remiganti primarie, codrione blu con sopracoda verde oliva sfumato in blu. Il suo becco color rosso corallo e l’anello perioftalmico (perioculare) bianco tipico di questa specie sono molto vistosi.

Agapornis Personata

Anche il personata così come altri del suo genere è un pappagallino molto socievole sia in natura, dove vive in colonie anche di 20-30 individui, sia in cattività dove può essere allevato con facilità proprio in colonia, sebbene con le dovute cautele in quanto seppur gregari i pappagalli appartenenti al genere Agapornis sono altrettanto caratterizzati da una elevata territorialità. Il dimorfismo sessuale in questa specie è scarsamente visibile, la femmina infatti presenta dimensioni leggermente superiori rispetto al maschio ed il sopracoda è sprovvisto di riflessi blu tipici invece del maschio.  La riproduzione che avviene in natura solitamente tra Aprile e Luglio inizia con la costruzione del nido in cavità naturali riempite con rametti e foglie. La femmina depone da 5 a 7 uova che verranno covate per circa 20 giorni, trascorsi i quali ne usciranno i pulli ricoperti di piumino rossastro. I Pulli lasceranno quindi il nido solo dopo un mese e mezzo dalla schiusa mentre la maturità sessuale si ha intorno ai 10-12 mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *